Come si fa la Piadina Romagnola? Ecco la nostra ricetta

La piadina è il pane, anzi il cibo nazionale dei Romagnoli

Così Giovanni Pascoli, poeta illustre nell’olimpo dei cantori della Romagna, scriveva riguardo la piadina.

Chi è stato in Romagna lo sa: la piadina per noi non è un semplice accompagnamento, perché nella sua ricetta e nella sua idea stessa rappresenta alcuni dei valori più alti e sacri della nostra tradizione e cultura.

Un pane dei poveri, perché preparato in antichità con ingredienti semplici-solo negli anni di maggiore benessere si inizierà ad utilizzare lo strutto del maiale -la “pida” è sempre stato un alimento trasversale, sostentamento secolare di contadini e briganti, di partigiani e soldati.

Ostia di pace e spesso simbolo di una guerra accesa e buona… quella di paese, mossa dallo spirito sanguigno che accende ogni romagnolo quando deve rivendicare la “vera ricetta della piadina”.

Se hai provato almeno una volta l’emozione della vera piadina romagnola, se ne hai assaggiato il sapore unico e ti sei lasciato inebriare dalla fragranza e hai scelto di rivivere quelle emozioni a casa, cucinandola per chi ami… ecco la ricetta della nostra piadina nella variante classica e all’olio.

Ingredienti, preparazione e consigli delle “signore della Piadina”

Sono passati ormai 30 anni dall’apertura della nostra Osteria e in tutti questi anni siamo stati fedeli alle nostre ricette e alle nostre tradizioni. Per questo la nostra piadina è sempre rimasta nei ricordi di tutti i nostri ospiti, che per tanti anni ci hanno chiesto di rivelarne la ricetta, gelosamente custodita.

Ingredienti per preparare la piadina romagnola

Gli ingredienti della piadina classica

  • 1 kg di farina del Mulino Ronci tipo “0” oppure “1”
  • 200 g di strutto
  • 400 ml circa di acqua
  • 30 g di “dose” (la cosiddetta dose è ottenuta miscelando 2 parti di cremor tartaro e 1 parte di bicarbonato)
  • sale integrale di Cervia

Gli ingredienti della piadina all’olio

  • 1 kg di farina di grani antichi
  • 150 ml di Olio EVO di Tenuta Saiano
  • 400 ml circa di acqua
  • 30 g di “dose” (la cosiddetta dose è ottenuta miscelando 2 parti di cremor tartaro e 1 parte di bicarbonato)
  • sale integrale di Cervia

Come si prepara la piadina romagnola

Unire gli ingredienti e lavorarli fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Lasciare riposare l’impasto per almeno 30 minuti. Dividere l’impasto in porzioni uguali di circa 120 grammi dando ad ognuna la forma di una pallina. Lasciare riposare per altri 30 minuti. Successivamente tirare l’impasto con un mattarello fino a dargli una forma rotonda.

Consigli

Come cuocere la piadina romagnola

Potrete pensare che sia facilissimo, ma anche cuocere una piadina richiede un po’ di maestria ed occhio.

La cottura perfetta si ottiene con il “testo” o, per farla davvero come una volta, con la tradizionalissima Teglia di Montetiffi (che puoi anche acquistare qui sul nostro shop). In alternativa, anche una padella antiaderente può andare bene, deve essere ben calda ma non bruciare la piadina.

Adagiare la piadina e cuocerla 2-3 minuti per lato. Una volta cotta riporla in un canovaccio pulito per mantenerla calda e umida e procedere con tutte le altre piadine allo stesso modo.

Alla fine, non vi resterà che farcire le vostre piadine a piacimento e gustarle in tutta la loro bontà!

Come conservare la piadina romagnola

Conservare la piadina è davvero semplice e non richiede nulla se non un po’ di cura. Riponetele in un contenitore ermetico e conservatele per un massimo di 2 giorni in frigorifero.
Si possono anche congelare, una volta cotte, per mangiarle quando si preferisce, come appena preparate.

Il consiglio più gustoso? Come farcire la piadina romagnola!

La piadina romagnola si sposa alla perfezione con tantissimi tipi di ingredienti, ed infatti nel corso dei decenni abbiamo visto nascere le ricette e gli accostamenti più strambi! Noi consigliamo di andare sul classico e farcirla con prosciutto crudo, squacquerone e rucola o con dell’ottimo salame romagnolo (possiamo consigliarvi il nostro salame di Tenuta Saiano?). Un’altra versione molto classica è quella con sardoncini, radicchio verde e cipollotto o semplicemente con squacquerone e rucola. Poi, se volete davvero viziarvi fino in fondo, provatela con i nostri fichi caramellati, squacquerone e rucola… ci ringrazierete!

Provate la nostra ricetta!

Siamo contenti che siate arrivati a leggere fin qui, vuol dire che vi abbiamo appassionato!

Lasciamoci ora con un bel regalo: un codice sconto del valore di 5€ EURO, valido sul tuo primo ordine per provare la Piadina Romagnola della Sangiovesa, che potrete acquistare direttamente dal nostro negozio online insieme a tutte le specialità tipiche con cui farcirla. Eccolo: SANGIOVESA5. Inseriscilo nel carrello!

6,00

Svuota

8,00

Svuota